vivere davvero

Come vivere bene: 1 trucco infallibile

Vivere bene, e se bastasse una parola!?

L’ossessione del Vivere bene

Molte donne che mi chiedono supporto sono spinte principalmente dalla voglia di vivere bene ed essere felici. Purtroppo però a volte questo meraviglioso desiderio si trasforma in una catena ossessiva di domande: cosa bisogna fare per vivere bene e cosa cosa pensare per vivere bene? Come vivere bene il presente e come vivere bene la vita in generale?

Altre amiche pensano ad una fase particolare della propria vita e si chiedono come vivere bene la gravidanza, come vivere bene la menopausa, come vivere bene il lavoro, o come vivere bene senza figli… Altre ancora pensando ad un luogo dove vivere bene hanno deciso di espatriare, come le Donne che emigrano all’estero (se siete curiose, le loro interviste sono raccolte in QUESTA pagina del blog).

Qualunque sia il focus specifico, più in generale il problema riguarda come vivere bene con se stessi, accettando i propri difetti e limiti, ma anche potenziando le proprie capacità e talenti, e questo è sempre possibile per tutte, magari anche attraverso un percorso di life coaching orientato al proprio miglioramento personale.

Uno spunto non convenzionale per chi ha voglia di vivere bene

L’altra sera ho visto un film carinissimo, che mi sento di consigliarvi e che mi ha messo in moto il frullatore che ho nel cervello! Non ho potuto trattenermi dal prendere qualche appunto per condividere i miei pensieri con voi, con il desiderio di spronarvi a vivere bene senza stress, e trovando motivi di realizzazione in ogni cosa che vi circonda!

Si tratta di YES MAN: una parola può cambiare tutto film del 2008, il cui tema è di primario interesse per tutte noi, che abbiamo come obiettivo quello di mettere il turbo alla nostra vita per realizzarci e renderla più soddisfacente! Vi lascio QUI il link al trailer, così vi fate subito un’idea e di seguito il link per acquistare il DVD. 😉

Jim Carrey – che veste i panni del protagonista – ha confessato che durante la lavorazione del film ha preso lezioni di chitarra, di coreano e persino di bingee jumping, imponendosi di fare cose per lui prima impensate, e sfidando i propri limiti.

La trama del film che insegna l’arte del vivere bene

Carl Allen, impiegato all’ufficio finanziamenti di una banca, dopo la separazione con la moglie  è piuttosto chiuso e restio a frequentare altre persone. La sua parola preferita è NO: no agli inviti che gli fanno gli amici, no ai finanziamenti che gli vengono richiesti. Preferisce crogiolarsi nella solitudine del suo divano guardando film. Un giorno un vecchio conoscente incontrato per caso lo convince a frequentare un seminario i cui partecipanti votano la propria vita al “Sì assoluto”. Da quel momento Carl sarà coinvolto in un turbinio di eventi assurdi e concatenati, che lo porteranno a trovare un amore con cui condividere una vita finalmente piena.

Uscire dall’inerzia per vivere bene la vita

Mi pare che lo spunto sia più che chiaro. Quante volte, prese dalla nostra routine e dalla nostra stanchezza ci ritroviamo a dire NO?!

Succede un po’ a tutte di andare avanti per inerzia…Tendiamo a chiuderci in noi stesse, privandoci anche di quelle cose che ci fanno vivere bene senza pensieri, alcune di noi smettono di uscire in compagnia o di fare attività fisica regolare, altre ancora per pigrizia si lasciano andare e smettono di truccarsi, o di prendersi cura di sé e del proprio corpo e si dimenticano pian piano cosa vuol dire vivere bene.

Molte poi, per il timore di apparire sciocche o sbagliate o di provare imbarazzo, dicono NO ad esperienze liberatorie come ballare o cantare o recitare, pur di restare al calduccio sotto la propria coperta di Linus!

E invece quello che davvero ci rende vive é proprio il contrario: dovremmo buttarci, ed anziché chiederci cosa fare per vivere bene, dire SI ALLA VITA qualche volta in più!

Mettendoci in gioco, sperimentando attività e situazioni che non abbiamo MAI provato prima: è in questo modo che ci spingiamo oltre i nostri limiti mentali e che ci diamo opportunità per conoscerci meglio, ma anche magari per scoprirci diverse da quello che siamo…

Il rapporto tra i SI’ ed i NO che diciamo alle esperienze, determina la qualità della nostra vita.

vivere bene

Vi faccio un esempio. Per mia natura non sono predisposta alla chiacchiera improvvisata, a conoscere o socializzare con persone sconosciute. Riconoscendo questo come un limite, da un po’ di anni faccio di tutto per mettermi in situazioni in cui sono OBBLIGATA a rompere il ghiaccio, a parlare, a conoscere e confrontarmi con persone nuove. Piccoli passi verso un miglior modo di vivere bene con gli altri e con sé stessi.

Forse per alcune donne vivere bene e vivere felici sono due cose diverse, ma è solo questione di termini. Se la felicità vi sembra qualcosa di utopico, cominciate a vivere bene qui e ora e vedrete che cambierete idea sul concetto di felicità irraggiungibile!

Buttarsi per vivere pienamente: ecco come puoi fare

Entrate in azione e vedrete che piano piano la stretta allo stomaco svanirà. (Se non sapete buttarvi, vi consiglio di ascoltare l’episodio  Agisci ora: come passare dal pensiero all’azione). Quando l’esperienza sarà conclusa vi sentirete decisamente soddisfatte e soprattutto saprete come fare a vivere bene il tempo senza sprecarlo.

La dinamica che ho appena spiegato può facilmente essere adattata ad ogni situazione allo scopo di uscire da quella che si chiama “zona di comfort” che rappresenta per noi l’abitudine, quindi la sicurezza, la tranquillità, il campo entro cui siamo certe di non sbagliare (e dove si continua a non vivere bene).

Nel podcast vi spiego la “ricetta”: per averla basta cliccare subito il pulsante giallo del player qui sotto!

I segreti per vivere bene

Le regole per vivere bene sono semplici, vi elenco le principali:

  • Il bicchiere è mezzo pieno.
  • Siate coerenti con voi stesse.
  • Siate grate per ciò che avete e per i vostri talenti.
  • Coltivate uno spazio-tempo solo per voi e per il vostro benessere.
  • Circondatevi di persone positive che portino del valore aggiunto alla vostra vita.
  • Cogliete le occasioni favorevoli e non rimpiangete quelle inutili.

Il punto sta nell’applicarle.

Vi lascio però con una raccomandazione. Come fa intendere il finale del film – e come io stessa esorto a fare – è giusto aprirsi a nuove sfide ed opportunità per scoprire quello che c’è fuori dal nostro guscio, ma questo ha senso solo se si tratta di scelte ponderate e consapevoli, e non di un gioco ostinato in cui il Sì è scontato ed aprioristico!!

Uno dei concetti fondamentali su cui imposto tutti i miei interventi di coaching personalizzato è quello di “consapevolezza applicata” ovvero la capacità di percepire quelli che sono i nostri reali e profondi bisogni e di agire di conseguenza, anche forzandoci a volte, ma motivate dal raggiungimento di nuovi radiosi orizzonti!

Quali sono i vostri?

Fatemelo sapere scrivendo nei commenti!

 

 

Aggiungi un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.