Se vivi quel 🕰TEMPO PER TE 🕰- che faticosamente riesci a ritagliarti – 💎 COME UN LUSSO 💎 e ti SENTI IN COLPA con chiunque, leggi qui!

Se anche tu vivi quel 🕰TEMPO PER TE 🕰–  che faticosamente riesci a ritagliarti  – 💎 COME UN LUSSO 💎 e ti SENTI IN COLPA con chiunque, NON SEI SOLA, e questo post fa per te!

Questa settimana ben 3 delle clienti che stanno seguendo il mio percorso in questo momento mi hanno portato in sessione un tema per loro molto doloroso: l’INCAPACITA’ DI GODERSI IL (poco) TEMPO CHE SI PRENDONO PER SE STESSE.

Nell’arco di un percorso di trasformazione nel quale desiderano dare voce a ciò che di sé hanno sempre bloccato e cominciare a seguire queste intuizioni trasformandole in azioni concrete e quotidiane, questo è un tema che emerge molto spesso.

Infatti non appena ci si accorge di ESISTERE e di avere il DIRITTO di RISPONDERE AI PROPRI BISOGNI, l’esigenza avere del TEMPO ⏳ DA DEDICARSI balza in primo piano.

🤷‍♀ E’ a questo punto che, superato il primo grande scoglio del “riconoscersi” emerge un secondo grande conflitto: COME DARSI SPAZIO?  

Le nostre VITE sembrano sempre FIN TROPPO PIENE di impegni, appuntamenti, doveri a cui attendere, persone da accontentare, emergenze da risolvere ed in questo accumulo dedicarsi del “tempo lento” sembra impossibile.

Le Donne che lavorano con me, motivate dall’entusiasmo per i primi successi nell’esplorazione di sé si mettono presto all’opera per trovare – all’interno della propria settimana – dei momenti di “stop”. Succede però che questa intenzione inizialmente venga in parte vanificata dal fatto che quando sono NEL momento di “stop” che hanno deciso di ritagliarsi NON SONO in realtà PRESENTI a SE STESSE  in quel momento, ma stanno con la testa altrove:

🍄a quello che hanno lasciato in sospeso per essere lì

🍄al fatto che forse non avrebbero dovuto 

🍄Si giudicano negativamente per essersi concesse “il lusso” di una pausa 

🍄Pensano che “riposarsi” sia sintomo di “oziare” o di essere una donna inefficiente o una madre poco presente

….e chi più ne ha, più ne metta!

…Immagino non ti servano le mie idee per allungare questa lista: sono certa che la tua testa stia già facendo abbastanza per farti SENTIRE IN COLPA, vero?

🤷‍♀ …Quindi che si fa? 

Una strategia potente che propongo è quella di RIBALTARE la costruzione della propria 📅 agenda 📅, partendo proprio dai momenti “per sé”. 

In seguito occorre però definire per questi momenti un NOME che sia per te funzionale a farteli vivere in uno stato positivo.

Ad esempio, con me (che finalmente mi sono lasciata alle spalle questo conflitto diversi mesi fa) ha funzionato questo passaggio 

Da “TEMPO LIBERO/TEMPO PER ME” > che mi faceva sentire oziosa e nullafacente e “poco professionista”

A “TEMPO DIVERSAMENTE PRODUTTIVO” > che mi faceva sentire più a mio agio, dato che vedevo questi momenti come un modo differente per aumentare la mia produttività, grazie al fatto che potevo ricaricarmi di nuova energia, intuizioni sui miei corsi e progetti, e accogliere le idee creative che in questi momenti potevano fluire molto più che nei momenti super organizzati e di “lavoro duro”.

Ora non ho nemmeno più bisogno di dare questa etichetta al tempo che nella settimana pianifico per me stessa: so che è INDISPENSABILE per prendermi cura di me, come se fosse una MANUTENZIONE CONTINUA ED AMOREVOLE DELLE FONDAMENTA di una casa.

Un’altra etichetta, adottata da una mia cliente è stata quella di identificarlo come “LAVORO INTUITIVO” per renderselo più accettabile, più giustificabile almeno in una prima fase.

Come vedi, uscire dallo stereotipo della priorità al lavoro condotto per 8/10 ore al giorno a tutti i costi a cui si sommano gli altri impegni esterni non è semplice, perché si porta dietro un portato sociale e culturale pesante, tuttavia cominciare ad “ingannare” la nostra mente è un buono stratagemma per aiutarci a creare la nuova BUONA ABITUDINE DEL TEMPO PER SE’, finché il pensiero di rigenerarsi diventi realmente confortevole ed appagante e finalmente LIBERO DA QUALSIASI TIPO DI GIUDIZIO e SENSO DI COLPA.

….Fammi sapere nei commenti qui sotto 👇👇👇il termine con cui percepisci ora il tuo tempo, e come potresti sostituirlo in modo da potertelo godere al meglio!

Ti aiuterò commentando la tua idea e aiutandoti a trovare l’espressione per te più funzionale