scegliere un coach

Scegliere un coach: 3 domande chiave per non sbagliare

Come scegliere un coach affidabile per il tuo miglioramento personale

Ti chiedi come scegliere un coach perché da tempo stai pensando a come risolvere i tuoi problemi con il partner, oppure come migliorare la tua autostima, o ancora come prepararti ad affrontare le nuove sfide professionali con maggior motivazione.

Fai bene ad indirizzarti sul coaching, infatti questi sono tutti temi importanti per la tua crescita personale, che puoi affrontare insieme ad un’esperta di miglioramento femminile, appunto una life coach (o mental coach).

Se invece non sai che cosa sia un coach e come funziona il coaching, ti consiglio la visione dei 2 video che trovi qui di seguito, altrimenti, prosegui nella lettura per capire come scegliere un coach che facci davvero al caso tuo! 😉

Scegli il life coach giusto per te

Il life coaching ti potrà aiutare a trarre il meglio dalla tua vita, potenziando le competenze che già possiedi ed aprendo i tuoi orizzonti in modo che tu possa acquisirne delle altre.

Se sei pronta per compiere questo passo importante perché da tempo ti chiedi come cambiare vita per essere felice sul serio, sicuramente ti interesserà capire come scegliere un life coach che sappia accompagnarti nel migliore dei modi.

Dovrai trovare una persona professionale e preparata, ma anche riservata ed affidabile. Sarà inoltre importante che il life coach si mantenga neutro rispetto ai temi che tu vorrai affrontare.

Un buon life coach infatti non dovrà darti consigli su come risolvere i problemi, ma accompagnarti con esercizi e riflessioni in modo che sia tu soltanto a compiere le tue scelte ed i nuovi passi in totale autonomia e libera da ogni condizionamento.

Quale coach scegliere?

Anzitutto devi accertarti che il life coach sia il professionista adatto. Puoi intanto chiarirti i dubbi sulle differenze tra coach, counselor, psicologo, trainer, leggendo questo articolo di un collega.

Da quando la professione del coach ha cominciato a prendere piede infatti, le varie tecniche si sono perfezionate e differenziate in base ai diversi ambiti.

Accanto al tradizionale coach – inteso come allenatore sportivo – ecco spuntare i vari performance coach, executive coach, mental coach, life coach, coach del benessere, fitness coach, ecc. Tutti lavorano individualmente con le persone, per renderle più performanti, o di aiutarle a raggiungere i propri obiettivi di crescita personale.

I business coach ed executive coach sono dei consulenti specializzati in ambito aziendale o nei percorsi di carriera ed aiutano le persone a migliorare i propri risultati nella propria impresa o a progredire nel proprio percorso lavorativo.

I coach del benessere sono figure “mitologiche” presenti talvolta nelle SPA che si occupano di guidare i clienti nelle attività curative e di relax che permettono di raggiungere un buono stato psico-fisico-emotivo.

Il fitness coach è simile al personal trainer, ma in un certo senso il suo approccio è più olistico, e guarda al benessere della persona a 360°, cercando di collegare l’attività fisica al resto. E’ un po’ ciò che fa Camilla a Lugano con il suo progetto Pink Energy.

Le 3 domande chiave per scegliere un coach

Ecco quindi 3 domande chiave per capire qual è il life coach che fa al caso tuo. Analizza e valuta il/la coach (in pratica se ne hai la possibilità ma anche dal suo sito, o dai video, da ciò che scrive):

  1. Lei / lui è felice? E’ l’espressione di ciò che consiglia ed è coerente e sincero, oppure nel modo di fare esprime frustrazione?
  2. Sta valorizzando il nostro potenziale oppure cerca di condizionarci e darci “consigli” proiettando la sua vita i suoi valori su di noi?
  3. Propone un servizio che cerca di tenerti agganciata per lungo tempo, oppure ti offre varie soluzioni ed opportunità? Lo scopo del coaching è creare indipendenza: diffida dei guru che offrono formule magiche, ma anche di chi cerca in ogni modo di tenerti legata.

L’ultimo aspetto è molto importante e ti consiglio di prestare molta attenzione ai venditori di fumo aggressivi che promettono una facile felicità!

Per qualsiasi percorso di coaching è fondamentale il TUO impegno e che tu ti metta in gioco sul serio, creando con il coach una partnership positiva (non un’amicizia!).

Nel podcast che puoi ascoltare dal player qui sotto ho intervistato Andrea Frausin –  con cui ho iniziato e tutt’ora proseguo la mia formazione coach -. Come puoi leggere nella sua bio, Andrea è uno dei massimi esperti internazionali di crescita personale, coach e psicologo, nonché consulente aziendale e chi più ne ha più ne metta!

Scegliere un coach per donne: con Cristina non puoi sbagliare!

Concludo la carrellata di coach specializzati e la lista di consigli parlandoti del life coaching. Io stessa mi sono specializzata in questo filone e seguo le donne in percorsi di coaching per aiutarle a realizzarsi nella vita o a ritrovare il proprio equilibrio.

Se abiti nella zona di Lecco o entro un raggio di 30 km da me, possiamo incontrarci per fare formazione o coaching su temi femminili tra cui l’autostima, lo stress da matrimonio, il coaching per mamme.

Fare life coaching con me è possibile sia individualmente che in gruppo, durante gli eventi che organizzo periodicamente, in presenza ma anche online per chi si trova più distante da me. Ti basta seguire la pagina FB o iscriverti alla Newsletter per restare aggiornata sugli appuntamenti.

Ed ora che hai tutte le info utili, sbircia un po’i miei canali, scrivimi per una call informativa gratuita e vedi un po’ se ti ho convinta… Magari sono proprio IO LA LIFE COACH GIUSTA PER TE!  

 

Aggiungi un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.