Di quanta DOLCEZZA hai bisogno per RIEQUILIBRARE LA TUA CORSA AL SUCCESSO professionale?

…Te lo sei mai chiesta?

Io qualche anno fa avevo bisogno di recuperarne molta, soprattutto quando, ad un certo punto, per reagire alla mia estrema #sensibilità ho trasformato la mia #fragilità in una corazza ed ho cominciato a credere di dover essere emotivamente forte per me e per gli altri.

Puntando poi tantissime energie, risorse, tempo nello sviluppo della mia #professione, ho messo l’acceleratore, adottando senza accorgermene modalità “prettamente maschili”.

E sebbene il mio #lavoro nella formazione professionale mi permettesse di soddisfare la capacità di “dare” agli altri, stavo cominciando a sentirmi arida dentro.

Puntare sulla #performance, sulla #produttività, sui #risultati richiesti da altri e secondo i ritmi che stavo facendo miei soltanto per appagare la mia “voglia di riuscire”, mi stava portando a perdere una parte preziosissima di me.Per recuperare la mia sensibilità ci è voluto un mare di dolcezza che solo Davide è riuscito a darmi e a tirarmi fuori di nuovo.

Lo fa con i gesti e le richieste di attenzioni, quando io sono con la testa altrove.

Lo fa con i nomignoli che si inventa ogni giorno per me.

Lo fa con gli sguardi con cui mi dimostra stima, amore e supporto.

Solo oggi, mentre scrivo queste righe, mi rendo conto di quanto riportare nella quotidianità dei momenti di dolcezza e di fragilità emotiva sia arricchente.

Ci permette di conservare la nostra profonda umanità e di dare reale Valore al nostro fare professionale, rendendo etici i nostri risultati e quelli che i nostri clienti e partner possono raggiungere grazie al nostro aiuto.

E tu, che cosa ne pensi? In che modo la sensibilità può dare qualità al tuo lavoro ed alla tua vita più in generale?

#crescitapersonale#crescitaprofessionale#crescitainteriore#donne#donnefelici#donneincarriera#workforbalance#worklifebalance#conciliazione