amicizia tra donne

Amicizia tra donne: come ci rende migliori

L’amicizia tra donne esiste?

Alcuni sostengono che non possa esistere l’amicizia tra donne, perché il rapporto tra due donne è contaminato da invidie e rivalità.

Da esperta di crescita personale e di benessere femminile, penso che l’amicizia tra donne sia possibile, anche se le vere amiche si contano sulle dita di una mano… Le donne più fortunate le contano su due.

Ma che caratteristiche ha la donna che definiamo “amica”?

Per alcune donne avere una migliore amica significa avere una specie di sorella con cui guardare al mondo nello stesso modo.

Per altre essere amiche significa confidarsi ogni cosa, darsi consigli, tirarsi su nei momenti più tristi.

Per altre ancora l’amicizia tra donne può significare avere delle compagne con cui uscire e divertirsi, fare shopping, svagarsi e farsi belle.

Se penso a me, quello che mi colpisce sempre quando penso alle mie amiche è quanto siano diversi tra loro questi rapporti! L’amicizia tra due donne può infatti avere varie declinazioni, può trasformarsi nel tempo e nelle modalità.

Che cos’è l’amicizia tra donne

L’amicizia tra donne è anzitutto una relazione, uno scambio, qualcosa che sboccia per caso ma che poi va coltivato nel tempo, come un fiore raro.

amicizia tra donne

Ci sono le amiche d’infanzia, quelle con cui si condividono i primi anni di vita: i disegni col punteruolo all’asilo, le prove a fare la mamma giocando con le bambole, l’ebbrezza di nascondersi e di farsi trovare a nascondino.

Poi passano gli anni, alcune si trasferiscono altrove con la famiglia, in un paese a qualche chilometro che a quell’età sembra l’altro capo del mondo… Altre, diventante adolescenti, vanno all’estero per studiare.

Qualche anno dopo alcune cominciano a sposarsi, o a diventare madri, e via via, come in un’inesorabile imbuto, il tempo a disposizione per condividere momenti speciali con le amiche sembra ridursi sempre di più.

Ma nonostante questo le amiche d’infanzia restano lì, anche a distanza di tempo, anche a distanza di chilometri.

Ed hai sempre la certezza che un giorno, dopo mille anni e senza bisogno di chiedere scusa, potrai prendere il telefono e chiamarle, trovando dall’altra parte comprensione, complicità, quel filo che sembra non sia mai stato interrotto.

Poi ci sono le amiche del liceo, quelle con cui cominci a condividere gli interessi, a raccontarti le prime esperienze d’amore, e i progetti per il futuro. Molte di queste conoscenze svaniranno nel tempo, poche altre resteranno come pietre miliari nel nostro percorso di crescita personale.

Infine ci si affaccia al mondo del lavoro e può accadere che tra le colleghe, donne con cui in tanti casi sorgono situazioni di collaborazione forzata e di invidia, ce ne siano alcune con cui si comincia scambiandosi sorrisi sinceri al mattino, e qualche confidenza dolorosa nella pausa caffè, per passare poi a qualche serata di svago e finire con una frequentazione abituale.

Rare perle che ti ricordano che ogni occasione è buona per per trovare alleate e compagne che possano supportarti nel tuo miglioramento personale.

Insomma, potremmo dire che l’amicizia tra donne è come un continuo rammendo con cui stringiamo i piccoli strappi ed allontanamenti di un rapporto spesso eterno.

I mille modi di essere amiche

Chi di noi non ha mai avuto un’amica del cuore? O forse tu sei una di quelle che cambiavano l’amica preferita una volta al mese!? Magari hai sperimentato l’amicizia tra donne allenandoti per anni e duramente in uno sport, con accanto una donna con la tua stessa grinta e passione che nel tempo è diventata la tua amica più cara.

Mi dispiacerebbe invece sapere che hai avuto in passato delle esperienze negative e che per questo pensi che l’amicizia tra donne non esiste… Sono certa che continuando a leggere questo articolo, potrai ritrovare la fiducia ed il pensiero positivo, inoltre ti invito ad iscriverti al Gruppo Facebook di Chiacchiere da Venere, per trovare nuove amiche con cui condividere pensieri e consigli.

amicizia tra donne

Il mio mondo di amicizia al femminile è piuttosto vario ma certamente fatto di donne speciali: ciascuna di loro ha avuto un ruolo importante nella mia vita, diverso da quello delle altre, del resto mi guardo bene dal fare comparazioni “di merito”.

Credo che sia così più o meno per ogni donna, quindi ho pensato di riflettere su quanto e come le relazioni di amicizia possono influire sul miglioramento personale e sul benessere di ognuna di noi.

Le nostre amiche infatti, fanno da specchio a noi stesse, alle nostre emozioni, raccontandoci in modo affettuoso ma franco le nostre debolezze e riflettendo la nostra gioia.

E’ davvero divertente vedere che ogni persona con cui entriamo in relazione ha di noi un’immagine diversa da quella degli altri. Questo succede anche per le amiche, le donne che ci amano e ci stanno vicine nei momenti più importanti della nostra vita hanno però impressioni molto personali e particolari di ciò che noi siamo.

Ti faccio un esempio: qualche tempo fa, in occasione dell’annuncio del mio matrimonio, ho organizzato un pranzo con 4 delle mie amiche più care e ciascuna di loro ha raccontato come sono fatta ai suoi occhi, i momenti vissuti con me, la situazione in cui ci siamo conosciute. E’ stato per tutte molto divertente, soprattutto perché dai loro racconti è emerso il profilo di 4 Cristine diverse!

Le nostre amiche ci aiutano quindi ad avere diverse prospettive sul mondo e nuovi punti di vista per osservare noi stesse e per migliorarci.

Come l’amicizia tra donne aiuta la nostra crescita personale

Già, perché in un certo senso una vera amica è una specie di life coach inconsapevole! E’ colei che ci aiuta a superare i momenti bui, a sconfiggere l’ansia e la depressione.

E’ una persona capace di motivarci, che ci può aiutare a capire come essere felici o come cambiare vita quando siamo in confusione e non sappiamo quale strada prendere per ritrovare il nostro benessere.

Dato che su questo blog si parla sempre di miglioramento femminile e di strategie di crescita personale dedicate alle donne, potresti a questo punto chiedermi: ma se ho già le mie amiche con cui posso chiacchierare dei miei problemi e sogni davanti ad una tazza di the, a che cosa potrebbe servirmi una life coach con cui intraprendere un percorso di coaching online?

Beh, a costo di sembrare dura – qui lo dico e qui non lo nego! – una life coach NON è un’amica ma una professionista preparata e certificata per supportare la tua crescita personale. Laddove le amiche spesso dispensano consigli o pareri, una brava life coach resta neutrale ed evita di esprimere opinioni personali. Nella relazione di coaching professionale la coach guida il percorso dall’esterno, lasciando che ogni donna sia protagonista del proprio cambiamento.

Oltre alla relazione  1 a 1, anche i rapporti con un gruppo di amiche sono molto positive per noi donne.

Tra l’altro, quella di risolvere i problemi attraverso la comunicazione e le buone relazioni interpersonali è una caratteristica tipicamente femminile, come spiega Gray nel suo libro “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” (Come dovresti sapere, è proprio questo testo ad aver ispirato il mio progetto dedicato alle donne, se non hai visto il video di presentazione lo trovi QUI).

Anche Aldo Cazzullo, intervistato per Chiacchiere da Venere, pare essere dello stesso parere (QUI trovi l’articolo con l’intervista podcast).

Uscire in compagnia con le amiche per una serata di svago, rilassarsi alle terme, vedersi per una chiacchierata in cui “svuotare il sacco”, sono tutti momenti liberatori che ci aiutano a ricaricare le pile quando siamo esauste o abbiamo bisogno di staccare.

L’Arisan balinese oltre l’amicizia tra donne

In altri casi la solidarietà nel genere femminile è evidente anche tra donne che non sono amiche, ma persone unite da un intento comune, come il desiderio di difendersi dalla violenza sulle donne, oppure di far valere i diritti femminili, o di aiutare altre donne in difficoltà.

Ho recentemente intervistato Cinzia Gallastroni, grazie alla partnership con il blog femminile “Donne che emigrano all’estero”. Cinzia è toscana di origine ma da 27 anni viaggia in Asia vive a Bali da 2 anni con il suo compagno con l’idea di avviare un’attività legata ai viaggi, la sua passione da sempre. (QUESTA è la sua pagina sul blog DCEE)

Non vi anticipo nulla della chiacchierata, che potete gustarvi ascoltando il podcast dal player qui sotto, oppure dall’app Spreaker o Podcast sul vostro smartphone

Della sua esperienza mi ha colpito il racconto dell’Arisan balinese, una pratica interamente gestita dalle donne dei villaggi. E’una sorta di associazione nata per supportare economicamente i progetti delle partecipanti, che a turno presentano al gruppo le proprie necessità.

Tramite l’Arisan queste donne – per natura dotate di spirito pratico e capacità di problem solving – deliberano a maggioranza di finanziare le nozze di una delle compagne, oppure gli studi del figlio di un’amica, o ancora le spese impreviste che qualche altra donna si trova in difficoltà a sostenere.

Mi pare un fantastico esempio di come anche il sesso femminile sappia sperimentare valori di solidarietà, sorellanza, unione di fronte alle sfide, a dispetto di un luogo comune che dipinge le donne come vipere invidiose ed individualiste.

Del resto, lo sappiamo: le generalizzazioni lasciano sempre il tempo che trovano!

Per quanto ci ha raccontato Cinzia, e per ciò che molte di noi vivono ogni giorno, possiamo quindi affermare che l’amicizia tra donne esiste e che, anzi l’amicizia delle donne è una fonte di energia e di risorse positive senza eguali. 

Aggiungi un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.